Lo Sbiancamento dei Denti: in cosa consiste e come funziona

Come funziona il metodo di sbiancamento Philips Zoom

La colorazione dei denti può essere di origine endogena o esogena. Lo sbiancamento professionale dei denti, nella maggior parte dei casi, può rendere reversibile tale processo.

L’ elemento più importante del sistema Philips Zoom è la lampada Whitespeed da utilizzare in combinazione con un gel sbiancante con perossido di idrogeno al 25%. L’effetto del gel è potenziato notevolmente dalla reazione foto-Fenton. Già dopo la prima seduta, grazie a Philips Zoom, i denti possono essere schiariti fino a 8 tonalità. Philips Zoom è uno dei sistemi per lo sbiancamento dei denti più usati negli studi dentistici in tutto il mondo. Ha regalato un sorriso più bianco a più di 4 milioni di persone. Test clinici hanno dimostrato che già dopo il primo trattamento, grazie a Philips Zoom, i denti possono essere schiariti fino a 8 tonalità. Il 50 % dei pazienti, dopo il trattamento, ha riportato una tonalità pari a VITA B1 o addirittura più chiara. Rispetto ad un trattamento di sbiancamento senza lampada UV, anche dopo 30 giorni i denti risultano il 42% più bianchi. Il gel Philips Zoom agisce grazie alla reazione foto-Fenton di perossido e ferro. La componente perossidica reagisce con il ferro generando radicali idrossilici, i cosiddetti “agenti sbiancanti”. La fotosintesi favorisce il rinnovo continuo del ferro reattivo, la produzione costante di radicali idrossilici, migliorando notevolmente il processo di sbiancamento.

Per inviarci un messaggio compilate il modulo sottostante.

* Campi Obbligatori

Leave a Reply